Viral marketing. Ho detto Viral, non spazzatura

Su questo blog ho letto un interessante articolo che tenta di spiegare l’inspiegabile o, quantomeno, senza poterne dare dei contorni precisi: cosa è il marketing virale.
Più che altro, dare una definizione unica e teorica del marketing virale è sconveniente, meglio orientarci piuttosto sul suo funzionamento nei nuovi media.
L’esempio preso in considerazione è davvero illuminante:

La controversa campagna di Invisible Children #StopKony ne è un esempio brillante: più di 75 milioni di views per un video della durata di 30 minuti. Se la radio ha impiegato 38 anni per arrivare a 50 milioni di utenti, la TV 13 anni ed Internet un lustro, il video “Kony 2012″ ha raggiunto 50 milioni di persone in 2 giorni.

Bene, anche se non rappresenta una vera e propria proposta commerciale, il video di Invisible Children è de facto esempio lampante di cosa significhi fare azione di marketing virale. Già, sono azioni. E parlo di pluralità d’azioni in quanto è l’insieme di più attività perpetrate nel tempo che creano la “serialità” che consente la diffusione virale.

Nel prosieguo dell’intervista si parla del contenuto virale nei social media e il potere degli opinion leaders che intanto, nel web 2.0, sono diventati tastemakers:

Gli elementi in gioco sono tanti: il potere degli influencer (che Kevin chiama “tastemakers”), la possibilità data alla massa (o meglio, della crowd) di creare ed elaborare contenuti, le potenzialità date dall’integrazione con mezzi quali Facebook e Twitter. Ma anche la creatività, l’abilità di produrre contenuti sorprendenti, l’emotività e… la follia: esiste un video che mostra per 100 ore il loop di un’animazione di Nyan Cat. Ha 5 milioni e mezzo di visualizzazioni.

Anche qui è opportuno fare dei distinguo: Nyan Cat ha 5 milioni e passa di visualizzazioni, ma il video di 100 ore è l’ultimo step di una lunga serie di video e riproduzioni a suon di meme che si sono pian piano diffusi in rete grazie ai social media, in primis grazie a Facebook. Questo per dire anche che, non esiste differenza tra viralità comunicativa e tecnologica: entrambe sul web, sono due facce inseparabili della stessa medaglia.

È più importante creare idee nuove o basarsi sui casi scuola? 

Sicuramente creare nuove idee è sempre meglio che affidarsi al già visto e al già “gustato” (visto che parliamo di tastemakers). E, il più delle volte, basta il contenuto e un po’ di pazienza per avere successo col pubblico del web.

– È più importante il contenuto o la strategia per farlo girare? 

Il contenuto è senz’altro più importante rispetto alla strategia di seeding. Se però si hanno tanti soldi da spendere, allora il contenuto non conta più e la logica televisiva si può usare anche su internet… ma con quali risultati?”

Beh con quali risultati? Secondo voi perché NyanCat ha avuto così tante visualizzazioni?
A mio avviso è una domanda retorica alla quale si può semplicemente rispondere con

C’è tanta gente che, malgrado la diffusione, l’aumento delle “skills pro-capite” e la professionalità acquisita, è ancora abituata a guardare con gli occhi del neofita tutto ciò che è orrido, col risultato che l’orrido e lo stupido diventano belli, interessanti.
Lo stesso meccanismo semiotico che sottende alla diffusione dei meme, in sostanza.
Siamo abituati ad essere ancora circondati da troppa spazzatura senza farci caso e senza far qualcosa per eliminarla, dovremmo imparare ad essere più eco-sostenibili anche attraverso la nostra presenza sul e per il mondo del web.
Non siamo ancora eco-webfriendly, ma ci stiamo lavorando su🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...