Il prodotto è il servizio. Il modello vincente di business all’epoca degli uccelli incazzati

A due giorni dall’uscita del nuovo capitolo della serie, cerchiamo di capire cosa c’è dietro il successo degli uccellini incavolati.

Riflettendo sull’assioma di mcluhaniana memoria “il mezzo è il messaggio”, mi chiedevo se all’epoca del web-marketing e dei social media, esistesse un modello di sviluppo del business orientato principalmente alla “comunicazione” con l’utente, nel senso più ampio del termine, piuttosto che al ROI diretto e immediato.

In questi giorni si parla ovunque dell’imminente uscita dell’ iPad 3 – nome in codice nuovo iPad ma anche delle numerose critiche mosse dalle associazioni dei consumatori contro la Apple, accusata di aver calpestato per anni i diritti dei consumatori. Di certo non è questo il modello di sviluppo e “social care” di cui discutere se parliamo di modello orientato alla comunicazione con la propria utenza.

Vorrei discutere invece di cultura del marketing, prendendo spunto da una software house più piccola e per certi versi, con aspirazioni più modeste della casa di Cupertino: la finlandese Rovio.

Il prodotto che l’ha resa famosa è il noto Angry Birds.
Devo spiegare come funzioni o cosa sia Angry Birds? Credo di no.
Ma val la pena spendere qualche parola sul come e sul perché questo giochino, apparentemente molto banale, semplice e se vogliamo, anche stupido, rappresenti l’esempio illuminante di come funzioni oggi l’economia sul web e dimostri ancora una volta come le più elementari regole del marketing, soprattutto nel mercato dei beni immateriali come le apps, abbiano subito una radicale evoluzione.

Rovio Angry Birds

Il gioco è reso disponibile sia a pagamento sia in forma gratuita, è presente sia la versione per smartphone, per tablet e da poco anche per PcAngry Birds è diventato in breve tempo il gioco più scaricato della storia: 700 milioni di download entro la fine del 2011. Ma alla Rovio a quanto pare, non ne hanno abbastanza di numeri ed hanno previsto come obiettivo di business nel 2012 di superare la soglia del miliardo di download!.

La domanda nasce spontanea [A. Lubrano]: Un miliardo di download a costo zero? Qual è il modello di business che ha portato i programmatori a mantenere il gioco gratuito anche dopo un successo straordinario?

Il gioco è divertente, è un buon prodotto con un gameplay semplice ed attraente, altrimenti non avrebbe mai raggiunto quei numeri di cui sopra. Ma si rivela grande forse e soprattutto, per la brillante intuizione che si cela dietro il modello culturale di Angry Birdsdalla vendita del prodotto alla diffusione di un servizio privo di barriere all’accesso, considerate come uno dei motivi determinanti il successo o l’insuccesso di un qualsiasi prodotto venduto online, in particolare quelle relative al costo e alle difficoltà tecniche di fruizione. Qui la Rovio ha affermato di aver preso spunto dal mercato musicale, incluso il modo di interagire con i propri utenti.

Abbiamo preso qualcosa dal settore musicale, che ha smesso di trattare i propri clienti come “utenti”, per considerarli fan. Noi facciamo questo oggi.

Rovio ha trasformato Angry Birds nel suo servizio di punta, offrendolo liberamente a tutti, coprendo i costi con le inserzioni pubblicitarie (banner non particolarmente invasivi che compaiono nella parte alta dello schermo) e cedendo il 30% alle piattaforme che ospitano il gioco, come l’AppStore, cercando così di arginare e risolvere direttamente anche il problema della pirateria. Anzi, vista in questo senso, la pirateria può addirittura diventare un vantaggio, ha affermato Mikael Hed, chief executive di Rovio.

Il modello Rovio risulta vincente se si considera la possibilità di distribuire il prodotto/servizio di punta gratuitamente allo scopo di attirare il maggior numero di potenziali clienti, fidelizzandoli con un prodotto di qualità, facendoli affezionare ai personaggi, ai nuovi sviluppi del software o a nuovi giochi, magari a pagamento, come ad esempio per il nuovo capitolo della serie intitolato Angry Birds Space in uscita il 22 Marzo.
Chi, tra gli utenti già soddisfatti dei vecchi capitoli della serie, non sarà disposto ad acquistarlo?

angry-birds-space-spazio

Perché il modello Rovio rappresenta un modello culturale vincente? Se cerchi il profitto subito, sei destinato a soccombere sotto i colpi dell’enorme mole di contenuti gratuiti di qualità che la concorrenza ha da offrire. Bisogna essere lungimiranti e non avidi. E bisogna divertirsi e far divertire i nostri fan, che divengono oggi più che semplici clienti: fan, testimonial e recensori.
Non serve altro tipo di pubblicità, basta convincere loro per avere successo e pubblicità ovunque “gratis”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...