Il cornetto emozionale che domina i Brand Awards 2012

Qualche giorno fa si è svolta presso la sede del Sole 24 ORE, a Milano, la serata di premiazione della tredicesima edizione del Brands Award.

Si tratta dell’unica iniziativa che premia le performance annue di marca attraverso criteri che coinvolgono le scelte del consumatore finale e il giudizio dei manager della GDO. Brands Award è stato realizzato in collaborazione con SymphonyIRI Group, azienda nel mercato delle rilevazioni continuative e Toluna, per il panel di valutazione online dei prodotti.

Il premio è promosso e organizzato dal settimanale GDOWEEK e dal mensile MARK UP, testate edite dal Gruppo 24 ORE, con il patrocinio di GS1 Indicod-ECR.

Per chi non conosce l’iniziativa, 13 sono i riconoscimenti espressi:
– Top Brands Award 2012
– Brands Award di categoria (9 le Categorie in gara)
– Brands Award “Premio Retailer”, scelto per l’appunto dai distributori.
– Brands Award “Premio Consumatore”, dedicato alle migliori performance di marca basate sul giudizio espresso da 2.050 consumatori del Panel Toluna;
– “New Entry 2012” che prende in considerazione i prodotti non in gara nel Brands Award poiché lanciati nei primi mesi dell’anno in corso. I prodotti candidati potranno essere votati attraverso un sondaggio on-line.

Il Top Brands Award 2012 è stato assegnato quest’anno a Algida Cornetto Enigma di Unilever Italia, vincitore anche della categoria Dolciario, apprezzato dai consumatori per la qualità del prodotto e le novità nei gusti, dai retailer per il pack e le azioni di trade marketing, dagli esperti per il posizionamento del prodotto e una strategia di comunicazione memorabile. – cit

Su questo link puoi trovare la lista dei primi tre classificati per categoria.

Vittoria meritata secondo il nostro parere, da ammirare la strategia di marketing sensoriale utilizzata. Andando oltre l’indiscussa notorietà di marca, l’originalità della pubblicità e la qualità dei prodotti offerti dall’Algida, il fattore emotivo è determinante ai fini della decisione d’acquisto. In particolare, alcuni studi hanno dimostrato come gli oltre due terzi delle scelte del consumatore siano effettuati sulla base di sensazioni soggettive non razionalizzabili. E’ evidente il legame sensoriale tra la dolcezza del cioccolato e la tenerezza del peluche!

A te che te ne pare?🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...