Google… 100 ne pensa e 1000 ne fa

Riconoscimento automatico su larga scala di oggetti video. Ecco l’algoritmo brevettato da Google che gli permetterà di riconoscere gli oggetti nei video e nelle foto.

Al momento il nuovo programma verrà integrato sulla piattaforma YouTube e inizialmente identificherà animali e monumenti visibili in un determinato video. Il sistema prevede l’inserimento di specifici tag (per ora 50 mila caricati) che indicano il nome del monumento o dell’animale e che renderanno l’oggetto disponibile alle ricerche sul web.

La genialità sta nel fatto che un video non sarà più cercato solo attraverso il titolo ma anche attraverso il suo contenuto. 

Si tratta di una novità non da poco. Da una parte aiuterà YouTube a bloccare più facilmente i contenuti ritenuti inappropriati, dall’altra fornisce agli utenti uno strumento di ricerca molto raffinato, specialmente quando sarà disponibile anche per le immagini. Ed infatti fin’ora la parola chiave inserita per effettuare la ricerca di un’immagine doveva essere simile a quella usata per denominare il file; con il nuovo algoritmo il motore di ricerca riconosce da solo il contenuto delle immagini, dunque ad una foto saranno associati i termini che la stragrande maggioranza delle persone utilizzerebbe per identificare gli oggetti in essa contenuti.

Tuttavia l’algoritmo ha già suscitato la preoccupazione delle associazioni di tutela della privacy.

Ancora una volta gli utilizzatori perderebbero il controllo di cosa succede con i loro dati. Se ad esempio venisse aggiunta a un video l’informazione sul luogo dove è stato girato, magari tramite il riconoscimento di un monumento famoso, Google sarebbe in grado associare all’identità di chi l’ha caricato molte più informazioni, come dove è stato o se ha degli animali. Questo tipo di potere non dovrebbe essere permesso senza il consenso dell’utente.

Sorge spontaneo a questo punto “peccare” che, grazie a quest’algoritmo, chi cerca visibilità online pubblicherà video riprendendo esattamente gli oggetti protagonisti. Non credi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...